• Pagina iniziale
  • Su di noi
  • Contatto
  • Blog Salute

Disturbi sessuali è un problema comune

Uno studio, condotto negli Stati Uniti, ha mostrato che i disturbi sessuali hanno quattro donne su dieci  e tre uomini su dieci.

Il problema più comune per le donne è la mancanza di desiderio (22%), incapacità di eccitarsi (14%) e i rapporti sessuali dolorosi (7%). I problemi degli uomini sono l'eiaculazione precoce (21%), la disfunzione erettile (5%) e la mancanza di desiderio (5%)

Disturbi Sesseali

Ecco ci sono alcuni altri fatti interessanti:

  • Con l’età la quantità dei problemi sessuali nelle donne diminuisce, eccetto dei problemi legati alla secchezza vaginale durante la menopausa. Negli uomini, invece, la quantità di disturbi sessuali aumenta con l'età, soprattutto aumentano i problemi dell’erezione e l’assenza di desiderio.
  • I disturbi sessuali spesso si verificano nelle giovane ragazze, probabilmente  a causa della mancanza di esperienza sessuale e delle relazioni sessuali regolari (se la ragazza vive da solo o non è sposata).
  • Sia le donne che gli uomini che sono sposati, hanno il rischio dei disturbi sessuali più basso rispetto ai quelli single.
  • Gli uomini e le donne che hanno un basso livello dell’istruzione ritengono che i rapporti sessuali li portano meno soddisfazione e quindi sperimentano una maggiore ansia del  sesso.
  • I problemi emotivi, stress e difficoltà finanziarie, hanno un effetto negativo sulla vita sessuale.
  • Il trauma sessuale in passato, per esempio, lo stupro o la coercizione sessuale, ha le conseguenze a lungo termine, non solo per la vittima, ma anche per l'aggressore.
  • Le disturbi sessuali possono essere causati dall’ insoddisfazione durante l'esperienza sessuale passata, dalla mancanza della soddisfazione fisica e morale e anche dall’assenza della gioia dei rapporti sessuali.

Certamente, ogni persona ha le proprie caratteristiche, ma il quadro generale dei disturbi sessuali rimane abbastanza difficile. Gli autori giungono alla conclusione che "c'è un collegamento diretto tra dei disturbi sessuali e il peggioramento della qualità della vita" e che "disturbi sessuali devono essere riconosciuti come un problema grave della salute pubblica".